Mutuo Prima Casa: Finanziamenti Online

Quando si richiede un mutuo prima casa e il valore di quest’ultima non basta per ottenere il capitale di cui si necessità, è possibile accendere ipoteca anche su un immobile di proprietà di un terzo garante.

Mutuo prima casa: immobili colpiti da ipoteca

La peculiarità del mutuo ipotecario è data, per l’appunto, dall’ipoteca, ossia il diritto reale che la banca pretende di avere su un bene immobile come garanzia del rimborso del capitale erogato.

Quando il mutuo viene concesso allo scopo di acquistare la prima casa, nella maggior parte dei casi il bene colpito da ipoteca è proprio quello per il cui acquisto viene richiesto il finanziamento, però nessuno vieta al mutuatario di presentare come garanzia del prestito anche un immobile diverso.

Quest’ultimo, se il mutuo è finalizzato all’acquisto della prima casa, non può ovviamente essere di proprietà del beneficiario del finanziamento, ma è detenuto da un terzo che, in questo caso, viene denominato “datore d’ipoteca”.

Vi possono essere diverse cause che inducono a ricorrere all’accensione di ipoteca sull’immobile di un terzo ma, la più frequente, riguarda la necessità di avere a disposizione un capitale superiore al valore peritato dell’immobile ”prima casa” che si va ad acquistare col mutuo.

Valore dell’immobile e limite massimo del mutuo.

La banca, nel determinare il valore dell’ipoteca chiesta a garanzia di un mutuo, somma al capitale erogato anche:

  • gli interessi concordati (vale a dire, il costo vero e proprio dell’operazione di finanziamento);
  • quelli previsti in caso di ritardo di pagamento di una o più rate;
  • le eventuali spese giudiziali necessarie per l’escussione del bene ipotecato.

Per questo motivo, l’ammontare della garanzia supera notevolmente quello del capitale chiesto in mutuo e, se dalla perizia sull’immobile non deriva un valore sufficiente, il suddetto capitale viene proporzionalmente ridotto.

Nel caso in cui il beneficiario del mutuo abbia bisogno di maggiore liquidità, e non voglia perdere i benefici connessi alla stipula di un mutuo prima casa, può prestare come ulteriore garanzia ipotecaria l’immobile di proprietà di un terzo.

Solitamente, quest’ipotesi si verifica quando i genitori garantiscono, con un immobile di loro proprietà, la solvibilità dei figli beneficiari di un mutuo “prima casa” che, altrimenti, verrebbe erogato in misura limitata.

Mutuo prima casa con estensione della garanzia sull’immobile di un terzo

Per non perdere i benefici propri del mutuo prima casa (detrazioni fiscali, tasso agevolato, riduzione degli oneri accessori) è necessario che l’ipoteca venga accesa sulla suddetta prima casa ed, eventualmente, anche sull’immobile di un terzo.

La garanzia ipotecaria concernente solo quest’ultimo bene, e non anche quello per il cui acquisto viene concesso il mutuo, farebbe perdere i predetti benefici perché cambierebbe lo scopo del finanziamento (si avrebbe, infatti, un mutuo di liquidità).

Alla stipula del mutuo, dovrà essere presente anche il terzo datore di ipoteca, sul cui bene verrà eseguita, dalla banca, una perizia di stima.

Gli oneri accessori a quest’utlima procedura e quelli inerenti le imposte ipotecarie e catastali saranno sommati alle altre voci di spesa inerenti il mutuo stesso e saranno a carico del suo beneficiario, se non diversamente pattuito.

Mutuo prima casa: diritti e doveri del terzo datore d’ipoteca

Il terzo datore di ipoteca deve concordare per iscritto con la banca che quest’ultima, prima di agire sul suo immobile, deve preventivamente soddisfare il proprio credito (con escussione) agendo sull’ipoteca accesa sull’abitazione del soggetto che ha ricevuto il capitale in mutuo.

Il terzo datore di ipoteca:

  • può godere del bene concesso in garanzia ma non può rivenderlo liberamente, analogamente al debitore principale;
  • in caso di espropriazione del bene ipotecato, ha il diritto di regresso sui beni del mutuante, sempre dopo che il credito della banca mutuataria sia stato interamente soddisfatto.

La cancellazione dell’ipoteca sul bene del terzo datore avverrà contestualmente a quella del diritto reale gravante sull’immobile del beneficiario del mutuo, ossia quando l’intero debito verso la banca risulterà estinto e quest’ultima ne rilascerà quietanza. Tale quietanza andrà comunicata, entro 30 giorni, alla conservatoria del tribunale.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Mutui inpdap per l’acquisto della prima casa Acquistare la prima casa in tempo di recessione economica può diventare un problema quasi insormontabile. Per venire incontro al desiderio di tantissimi italiani di acquistare una casa l'inpdap, ha studiato dei mutui destinati...all'acquisto della prima casa. Il piano finanziario di inpdap è molto conveniente ed è destinato i modo particolare ai lavoratori e pensionati. I mutui inpdap che l'acquisto della...prima abitazione sono attivati dall'Istituto Nazionale Per i Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica. A questa particolare linea di credito non possono attingere tutti essa infatti è pensata e dedicata solo ad alcune categorie...di lavoratori. un requisito fondamentale per poter aver accesso alla richiesta dei mutui di inpdap per l'acquisto della prima casa è quello di essere iscritto alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, inoltre per ottenere il...mutuo di debbono aver raggiunto tre anni di anzianità, in poche parole bisogna essere iscritti da un triennio alla gestione unitaria.

Chi può chiedere il mutuo inpdap per l'acquisto della prima casa

Possono chiedere ed ottenere questo...particolare mutuo, i dipendenti pubblici con un contratto a tempi indeterminato o anche i pensionati che da almeno tre anni sono registrarti alla gestione unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali...dell'INPS che dal 2011 ha preso il posto all'Inpdap. Possono far richiesta di questo mutuo per l'acquisto della prima casa anche i dipendenti della pubblica amministrazione iscritti per fini di previdenza sociale...altri istituti che aderiscono alla fondo della gestione unitaria, fono nato nel 1996 organizzato e gestito dall'inpdap.Grazie a questo fondo pensionati e dipendenti pubblici possono chiedere mutui a tassi agevolati per l'acquisto della...casa.

Come ottenere il mutuo inpdap

Con i mutui inpdap acquisto prima casa il massimo che si può chiedere è trecentomila euro. La richiesta può essere presentata ogni quadrimestre, e l'assegnazione del mutuo è...gestita attraverso una graduatoria stilata dall’ufficio provinciale territoriale. Questa graduatoria nasce seguendo alcuni canoni preciso : composizione del nucleo familiari del richiedente e il reddito...familiare totale dei componenti. Nel caso due soggetti che hanno fatto richiesta di mutuo si trovano allo stesso posto in graduatoria il mutuo sarà concesso al colui è iscritto da più anni alla gestione unitaria delle prestazioni...creditizie e sociali. In base alla liquidità richiesta e alla necessità della persona il mutuo potrà avere una durata dai i dieci a trent'anni. Alla richiesta di mutuo devono essere allegati una perizia attestante la regolarità catastale...dell'immobile che si vuole comprare e una relazione preliminare sottoscritta dal notaio che eseguirà il rogito della casa.

Esempio di mutuo inpdap

Un aspetto molto interessante nei mutui per l'acquisto della prima casa concessioni da...inpdap, è quello che riguarda il tasso d'interessi, che può essere fisso o variabile. Il tasso fisso oscillerà intorno al 3,75% massimo , mentre quello variabile sarà del 3,50%. Se intendiamo ottenere un mutuo di centomila...euro e sceglieremo il tasso fisso, che per l'importo richiesto sarà del 2,95% , per venticinque anni si dovrà pagare una rata semestrale di duemila e ottocento euro, ovvero poco più di quattro cento cinquanta euro mensili.Il mutuo una volta...completato tutto l'iter burocratico e consegnato i documenti sarà liquidato entro un tempo massimo quindici giorni.

Ecco perché conviene il mutuo inpdap

I mutui inpdap per l'acquisto della prima oltre ad avere ottimi tassi...d'interessi ed essere erogati in breve tempo hanno una serie di vantaggi accessori. Un elemento importante per scegliere il mutuo erogato da INPSAP è la sospensione della rata in caso di difficoltà economiche, a questa...va affiancata anche la possibilità di rifinanziare il mutuo. Con la sottoscrizione del mutuo il richiedente deve sottoscrivere anche l'assicurazione per tutelare il capitale erogato da inpdap. molto importante da ricordare e che per l'estinzione...anticipata del mutuo, concesso da inpdap per comprare la prima casa, non si dovrà pagare alcuna penale.
Come rinegoziare un mutuo a tasso fisso?

Mutuo a tasso fisso: perché rinegoziarli

Nel corso della vita di un mutuo, può essere necessario riesaminarne le condizioni contrattuali originarie, per intervenuti cambiamenti nei mercati finanziari (con conseguente variazione dei tassi...d'interesse) ovvero nella situazione personale e familiare. Trattandosi di impegni a lungo termine, i mutui dispongono di una disciplina che consente al loro beneficiario di modificare uno o più elementi degli stessi e, tra i possibili...strumenti di revisione dell'accordo originario, vi è la rinegoziazione del finanziamento. Tale azione è mirata a ottenere condizioni migliori da parte dell'istituto erogante, modificando uno o più elementi del contratto che ha dato...vita al rapporto di mutuo quali, per esempio:
  • durata del piano di ammortamento del mutuo;
  • lo spread applicato dall'istituto mutuante;
  • il sistema di indicizzazione dei...tassi;
  • l'indice di riferimento sul quale commisurare gli interessi;
  • le commissioni connesse al mutuo (penali per ritardo del pagamento delle rate o per estinzione...anticipata)
La rinegoziazione, però, può avvenire solo se vi è accordo tra le parti e il legislatore, con il D.L. 70/2011, è intervenuto proprio per facilitare il raggiungimento del consenso tra le...stesse.

Rinegoziazione o sostituzione del mutuo: due concetti diversi

Vi sono due operazioni inerenti il mutuo che spesso vengono confuse ma che differiscono profondamente l'una dall'altra: la rinegoziazione e la...sostituzione. Mentre il primo intervento, come accennato, inerisce la modifica di un rapporto esistente senza obbligo di estinzione dello stesso, con la sostituzione si accende un nuovo indebitamento per chiudere...quello in corso. Quest'ultima operazione, però, è particolarmente costosa e diventa conveniente solo nell'ipotesi in cui serva più liquidità di quella erogata con il contratto di mutuo che si intende sostituire. La...rinegoziazione è stata oggetto di numerosi interventi legislativi, tra i quali il più importante è contenuto nella Legge Finanziaria del 2008 che prevede come quest'operazione non possa presentare costi, per il cliente, legati all'istruzione di...una nuova pratica o a un nuovo rogito notarile. Se la banca erogante accetta di rinegoziare il mutuo, questo avviene con semplice scrittura privata che va ad integrare il contratto sottostante il rapporto di debito...originario.

Quando conviene rinegoziare un mutuo a tasso fisso?

I recenti interventi monetari dell'Eurozona hanno fatto, comprensibilmente, rizzare le antenne a chi aveva stipulato un contatto di mutuo prima del ribasso intervenuto nei...tassi. Oggi il costo del denaro è quasi nullo e questo ha avuto notevoli riflessi sui due indici di riferimento per le erogazioni di capitali: Euribor e IRS. Facciamo un esempio pratico. Chi ha stipulato un mutuo nel 2002,...optando per il tasso fisso, può aver ottenuto, nella migliore delle ipotesi, un indice del 6,40%. Oggi, con le nuove misure dell'IRS, il costo della stessa operazione prevede tassi d'interesse anche inferiori al 4%. A differenza della...surrogazione del mutuo, la sua rinegoziazione non impone calcoli di convenienza che tengano conto di penali per estinzione anticipata o altre commissioni di esame pratica, ovvero della durata residua del debito. Pertanto, nell'esempio sopra...esposto, il vantaggio a rinegoziare il tasso fisso in base alla nuova misura dell'indice di riferimento, è lampante.

Rinegoziazione del mutuo a tasso fisso: come richiederla

La domanda di rinegoziazione dell'originario contratto...di mutuo va formulata per iscritto, mediante "dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà" da redigere in carta semplice. La richiesta dovrà contenere:
  • i dati identificativi del richiedente;
  • ...
  • tutti gli elementi del mutuo originario (intestatario, tasso, banca mutuante, capitale erogato, data di stipula del contratto);
  • i richiami ai seguenti riferimenti legislativi, da inserire nella premessa:..."art. 3 del Decreto Legge n. 93/2008 e della Convenzione stipulata tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze (Dipartimento del Tesoro) e l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) il 19 giugno 2008";
  • la dichiarazione...di consapevolezza di quanto previsto in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445;
  • la richiesta di rinegoziazione, con indicazione delle finalità per le quali è stato erogato il mutuo...originario (ad esempio, acquisto o costruzione della prima casa, nonché ristrutturazione della stessa);
  • data e firma (leggibile e per esteso) del richiedente.
Questa richiesta, con allegate copie di...un documento d'identità e del codice fiscale, va inviata alla banca tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. L'istituto mutuante è obbligato a rispondere alla richiesta ma non ad accettarla. Nel caso avvenga la rinegoziazione, il...differenziale positivo che dovesse emergere dalla stessa verrà accreditato direttamente sul conto corrente del cliente, salvo diversa pattuizione.
Piccoli prestiti per invalidi civili

Chi sono gli invalidi civili

Gli invalidi civili sono le persone (di qualsiasi età ) che, a causa di una ridotta capacità fisica o mentale, non sono in grado di svolgere le comuni attività tipiche della propria età, comprese...quelle lavorative. Queste persone hanno diritto, in base a disposizioni Costituzionali, al sostegno economico se non dispongono di altri mezzi di sostentamento e pertanto ricevono dall'Inps le indennità di...accompagno, la pensione di invalidità o altri tipi di sostegno. I fondi vengono erogati previo accertamento della percentuale di invalidità. In particolare hanno diritto ai contributi...economici gli invalidi civili, i non vedenti e i non udenti. Esiste inoltre la possibilità, per chi percepisce forme pensionistiche per invalidità civile, di chiedere anche altri finanziamenti, ad esempio un prestito personale, per aumentare la...liquidità a propria disposizione.

Garanzie per la banca che concede il prestito personale

Il prestito personale può essere concesso dalle banche e dagli altri intermediari convenzionati Inps poiché le nuove pensioni di...invalidità prevedono un sistema di garanzia per le trattenute. Questo permette ai pensionati di richiedere prestiti restituibili fino a un massimo di 10 anni.

Vediamo come funziona la garanzia

L'Inps garantisce alla banca (o...all'intermediario) un quinto della pensione, col quale soddisfare le trattenute per il rimborso mensile dei prestiti inpdap. Il quinto verrà calcolato al valore netto delle imposte e di ogni altra eventuale trattenuta che gravi sulla pensione. È...inoltre prevista la possibilità di calcolare la quota garantita attraverso la cumulazione di varie pensioni di cui il soggetto sia titolare.

Garanzie per il pensionato che richiede un piccolo prestito per invalidi civili

L'Inps tutela i...pensionati in vari modi per evitare che incorrano nei rischi delle operazioni finanziarie:
  • Prevede istituti di credito e intermediari finanziari convenzionati. La lista degli istituti che aderiscono alla convenzione è...visualizzabile online;
  • Controlla che i tassi di interesse per i suoi tutelati non raggiungano livelli di usura;
  • Prevede una cifra minima (calcolata annualmente) al di sotto della quale non...sarà possibile esigere il pagamento, per assicurarsi che il pensionato percepisca una somma comunque sufficiente al sostentamento;
  • Esige che i contratti di prestito presentino l'indicazione completa di tutte le spese...previste;
  • Esclude il prelievo ai fini della trattenuta dalla pensione sociale, assegni sociali, trattamenti dell'invalidità civile, assegni ai superstiti;
  • Stabilisce la necessità di...stipulare una copertura assicurativa per il rischio di premorienza.
Contrarre prestiti con gli istituti convenzionati è più sicuro e anche vantaggioso per le parti, poiché tutte le comunicazioni utili ai fini della...concessione prestiti tra banca e Inps avvengono automaticamente.

Limiti alla possibilità di richiedere un prestito per gli invalidi civili

La pensione di invalidità può essere usata a garanzia del prestito, tuttavia esistono...alcuni limiti riguardanti il livello della disabilità. Se il soggetto soffre di malattie cardiovascolari o è reduce da ictus, non è consigliabile neanche avviare gli accertamenti medici necessari a stipulare la polizza assicurativa...necessaria alla procedura. Negli altri casi, invece, il medico curante, dopo aver visitato il paziente, rilascerà la certificazione medica per l'assicurazione. La società assicurativa valuterà caso per caso circa l'opportunità di stipulare la...polizza in base al rischio di decesso, condizione necessaria per l'erogazione del prestito.

Cosa fare per richiedere un prestito per invalidi civili?

Il soggetto titolare di invalidità civile dovrà richiedere all'Inps la...comunicazione di cedibilità, che indicherà qual è la somma a disposizione del pensionato per garantire la restituzione del prestito e l'importo massimo della rata che potrà essere prelevato. Successivamente tale comunicazione dovrà...essere presentata all'istituto bancario convenzionato prescelto per la richiesta del prestito (o all'intermediario finanziario). Una volta ottenuto il prestito, si procederà alla notifica del contratto all'Inps. Si ricorda che se...si sceglierà uno degli istituti di credito convenzionati, le comunicazioni avverranno in automatico. Da questo momento dovranno passare tre mesi prima che il recupero delle rate dalla pensione sia reso disponibile per la banca....Il prelievo avviene per via diretta dalla quota della pensione utilizzabile come garanzia.

L'Inps per i piccoli prestiti agli invalidi civili

L'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale si occupa di applicare il principio...Costituzionale che garantisce a tutti i cittadini la possibilità di condurre una vita dignitosa. L'erogazione delle pensioni di invalidità, degli assegni sociali e di altri fondi per il sostentamento costituiscono l'intervento...principale dell'Istituto, che tuttavia offre ai suoi pensionati l'assistenza necessaria in caso di bisogni economici più consistenti o impellenti. La garanzia Inps è riconducibile a una vera e propria cessione del...quinto che facilita la situazione del richiedente. Per quanto riguarda il comportamento delle banche, esse fissano autonomamente il limite massimo di età per poter accedere al prestito. Costituisce un requisito comune per tutti coloro...che vogliono chiedere un prestito, l'essere in regola con i tempi degli altri eventuali pagamenti a carico. Si può in conclusione affermare che la concessione del prestito personale agli invalidi civili dipende dal livello di gravità della...patologia ed è quindi una questione medica. Dal punto di vista economico esistono tutti i presupposti e le condizioni che determinano la disponibilità del credito.
Finanziamenti e prestiti personali a protestati: quali sono? Può capitare a tutti colpevoli o meno di essere protestati, un mancato pagamento, anche nel caso sia successo per dimenticanza può purtroppo macchiare la vostra storia creditizia. Un neo che in molti casi non vi permette di ottenere un...finanziamento o un prestito personale. Ma in realtà esistono delle modalità per accedere a un prestito anche se protestati:
  • prestito tra privati
  • prestito cambializzato
  • ...
  • cessione del quinto dello stipendio
  • prestito con garante
Queste quattro diverse modalità possono tutte darvi la possibilità di accedere a un prestito, solitamente il massimo...finanziabile in questi casi è di 30.000 mila euro, a meno che non abbiate chiesto un prestito tra privati, in questo caso la somma la potete stipulare con il creditore.

Finanziamenti e prestiti personali a protestati: il prestito tra...privati

Il prestito tra privati è una delle modalità più semplici per ottenere un finanziamento nel caso siate stati protestati o segnalati come cattivi pagatori. Per ottenere un prestito da un privato potete...scegliere di affidarvi a un amico o a un parente, stipulando una scrittura privata che attesti l'importo della somma erogata, le modalità di restituzione e nel caso il tasso d'interesse che è stato applicato. Se non avete parenti o...amici che possano prestarvi una somma di denaro, ci sono diversi siti on line autorizzati dalla banca d'Italia, dove persone benestanti decidono di prestare delle somme a privati, sempre chiedendo qualche garanzia come lo stipendio o delle cambiali,...e naturalmente applicando degli interessi alla somma richiesta.

Finanziamenti ai protestati con richiesta di prestito cambializzato

Il prestito cambializzato è un altro modo per ottenere un finanziamento anche nel caso in cui...siate stati protestati. Per ottenere un prestito cambializzato vi verranno richiesti a garanzia di questo delle cambiali, nelle quali saranno segnalate le somme da restituire all'istituto bancario di riferimento. Con...il prestito cambializzato potete scegliere di ottenere una somma di denaro che solitamente non supera i 20,000 mila euro. La formula di pagamento è rateale e mensile, per il pagamento della cambiale potete scegliere sia di affidarvi...al vostro istituto bancario, sia nel caso di prestiti tra privati cambializzato di pagare la somma direttamente al domicilio del creditore.

Cessione del quinto dello stipendio per protestati

Chi ha subito un protesto, solitamente...non riesce ad accedere ad un normale finanziamento quindi una delle opzioni a cui può accedere e quella della cessione del quinto dello stipendio. La cessione del...quinto dello stipendio è una garanzia per l'istituto finanziario o per la banca perché in questo caso il pagamento della rata non viene effettuato dal richiedente, ma viene effettuato dal datore di lavoro. La cessione del quinto...dello stipendio indica che sulla base dello stipendio netto che percepite ve ne viene tolto un quinto in busta paga, per sapere l'importo della rata che dovete pagare basta fare un semplice calcolo: Esempio: Se il vostro stipendio netto è 1200 lo...dovete dividere per cinque quindi: 1200/5= 240. Quindi la rata che dovrete pagare in caso della cessione del quinto è di 240,00 euro, la durata del finanziamento sarà poi proporzionale alla somma richiesta e alla percentuale di interesse...richiesto.

Finanziamenti a protestati tramite richiesta con garante

Per ottenere dei finanziamenti o prestiti a protestati, l'ultima opzione che potete prendere in esame è la richiesta tramite un garante.

Che cosa implica la figura...del garante?

Il garante è una persona (solitamente amico o parente) che è in possesso di una busta paga e non è né protestato né segnalato come cattivo pagatore. In questo caso il garante può apporre una firma a garanzia che chi richiede...il prestito pagherà le rate o altrimenti nel caso di mancato pagamento sarà il garante a pagare il prestito al posto del richiedente. Grazie a questa modalità potrete ottenere tranquillamente fino a 30,000 mila euro con un massimo di rate che...corrisponde solitamente a 120 quindi a dieci anni. Naturalmente il garante si prende una responsabilità molto alta perché nel caso d'insolvenza da parte del richiedente sarà lui a doversi sobbarcare il debito con il rischio altrimenti di...diventare anch'esso un cattivo pagatore. Il garante inoltre deve essere in possesso di precisi requisiti come:
  • Un contratto a tempo indeterminato
  • Impiegato nella stessa azienda da almeno un...anno
  • Non avere altri finanziamenti e mutui in corso che superino il quinto del suo stipendio
Quindi anche se siete protestati o cattivi pagatori e avete bisogno di una somma di denaro in tempi brevi...potrete sempre scegliere fra una di queste quattro modalità.